ESERCITO DI VOLONTARI E CORONA-VIRUS

Oggi, nel massimo momento dell’emergenza corona-virus, quando esiste un serio pericolo di allarmismo, quando il Ministero della Salute, le Regioni, tutti gli organi competenti danno linee guida, siamo stati a trovare una delle migliaia associazioni di volontari che operano sul territorio, l’A.R.V.A.S. (Associazione Regionale Volontari Assistenza Sanitaria). E volutamente siamo andati non in una grande città, ma in una piccola cittadina della provincia romana, Frascati, la perla dei Castelli Romani. Un piccolo esercito di Volontari (oltre sessanta persone) che nonostante le precauzioni, gli avvisi, il clima poco calmo che esiste in questo particolare momento, “lavorano” senza sosta a fianco di medici, familiari, operatori sanitari.

Ci riceve Alma Sasso, responsabile dei Volontari presso l’Ospedale San Sebastiano.

D. Alma, quante persone fanno parte del GOL (Gruppo Operativo Locale) 51, quello di Frascati appunto?

R. Ad oggi siamo 62 Volontari e 14 Tirocinanti, ovviamente sempre alla ricerca di nuove figure che vogliano entrare a far parte di questo piccolo, ma meraviglioso gruppo: abbiamo persone di tutte le età, che durante la settimana, tolgono tempo ad impegni familiari, lavoro, tempo libero, indossano il camice e dedicano qualche ora a chi è meno fortunato.

D. Per diventare volontari, bisogna avere particolari requisiti? Come si fa?

R. Bisogna contattare l’A.R.V.A.S. e chiedere del GOL più vicino a dove si vorrebbe prestare servizio, ci si iscrive ai corsi che di solito vengono organizzati periodicamente un po’ in tutto il Lazio, si seguono 5 lezioni di ca 2 ore ciascuna, e poi si inizia un tirocinio a fianco di un tutor di 20 ore. Dopodichè si è a tutti gli effetti un Volontario.

D. Cosa fanno i Volontari in ospedale?

R. Assistiamo pazienti, facciamo loro compagnia, li ascoltiamo, molti hanno bisogno di parlare, ci sono tante persone anziane, soprattutto nel momento dei pasti li aiutiamo a mangiare, a sistemarsi, senza mai sostituirci a medici o infermieri.

D. In questo particolare momento storico, come vi state comportando con il corona-virus, non è pericoloso entrare in corsia?

R. Noi responsabili siamo in continuo contatto con le Direzioni Sanitarie, e comunichiamo ciascuno per il proprio gruppo, ciò che ci viene riferito dalle Autorità Competenti, ci atteniamo alle regole base, che dovrebbero essere osservate sempre: lavare le mani in modo corretto, usare guanti dove si pensa si possa avere un contagio, essere a distanza dai malati, se si starnutisce o si tossisce, ci si copre la bocca.

D. Quindi di fatto, nessun pericolo per i Volontari in corsia?

R. I nostri Volontari sono formati e informati, su cosa si può e cosa non si può fare, e soprattutto su cosa si deve fare. Tutti i giorni in televisione, sui social, sulla rete, ci sono le indicazioni base, bisogna solo imparare a rispettare le regole, e soprattutto a seguire i canali ufficiali, ecco forse mi sento di dire stare molto attenti alle fake-news

D. I Volontari ricevono rimborsi per il servizio che fanno?

R. I Volontari ricevono il più prezioso dei compensi, il GRAZIE delle persone che vediamo quotidianamente, ciascuno con il proprio carattere, ma mai si esce da una stanza senza aver ricevuto un GRAZIE; è forse il modo più bello per essere ripagati del tempo dedicato. Per quanto riguarda soldi, è assolutamente vietato prenderne, anche quando ci sono persone che vorrebbero ripagare in qualche modo il servizio svolto; se ciò succedesse, il Volontario sarebbe immediatamente espulso dall’Associazione, è uno dei nostri principi fondamentali.

D. Il prossimo corso, quando sarà organizzato?

R. Con data da stabilirsi per noi, sicuramente entro la fine dell’anno.

D. Per chi volesse diventare un Volontario ARVAS, come bisogna fare, a chi rivolgersi?

R. Noi siamo presenti in 33 ospedali nel Lazio, ogni ospedale ha un GOL, ogni GOL un proprio responsabile. Per info rivolgersi all’A.R.V.A.S., di cui è Presidente il Dott. Silvio Roscioli, che ringraziamo per l’immenso lavoro svolto

e-mail arvaslazio@libero.it

tel. Segr. +39 3318064104

Associazione Aurora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna in alto